Vigna Vik

Ai piedi dei colli Los Mineros, La Higuera e Medio si trova la valle Millahue, meglio conosciuta come “il luogo dorato” (come veniva chiamata dal popolo Mapuche), un esteso terreno verde tra gole e boschi di alberi nativi. Fu in questo luogo che un imprenditore norvegese, Alexander Vik, comprò tempo addietro circa 4.000 ettari di terreno con l’intenzione di produrre il miglior vino del mondo, dando origine alla lussuosa vigna Vik.

L’imprenditore aveva già valutato oltre 100 campi coltivabili in tutto il Sudamerica quando finalmente arrivò in questa valle e decise che qui si sarebbe avverato il suo sogno: coltivare una vigna sostenibile e di grandissimo prestigio.

L’idea era sicuramente ambiziosa e di non facile realizzazione, giacché non solo si poneva il proposito di produrre il vino migliore al mondo, ma di portare a termine l’obiettivo mettendo in primo piano la sostenibilità e il rispetto dell’ambiente. Nella cantine viene infatti utilizzata solamente la luce del sole, perché ogni bottiglia di vino produca il minor quantitativo possibile di CO2.

La vigna Vik ospita oggi un ristorante con vista sulle montagne e sulla valle Millahue. La gastronomia proposta è strettamente stagionale, a base esclusiva di prodotti organici della zona, molti dei quali sono prodotti nel proprio orto. Il luogo conta inoltre sulla presenza di un hotel di lusso che utilizza elementi di avanguardia artistica per garantire un’esperienza unica nel suo genere.

Alla base di questo grande progetto si pone un uso consapevole della tecnologia e della scienza, un approccio artistico alla produzione vinicola e un contorno naturale meraviglioso. Tutto ciò ha contribuito ad attrarre l’ interesse di diversi media nazionali e internazionali, che stanno facendo si che i tesori custoditi nella vigna Vik vengano promossi come dovuto.