Nel caso veniste in Cile tra il 2 e il 13 dicembre di quest’anno, l’attenzione del mondo intero sarà focalizzata sul nostro paese, nel quale si terrà il summit sui cambiamenti climatici più importante al mondo, che vedrà la partecipazione di rappresentanti di altissimo livello provenienti da 197 paesi. Santiago è stato eletto all’equanimità come organizzatore e anfitrione di questo grande evento.

La riunione della Conferenza delle Parti (COP) delle Nazioni Unite ha come obbiettivo principale quello di proporre politiche attive per la protezione e la salvaguardia del pianeta. L’incontro nella capitale del paese cercherà inoltre di fissare i criteri per il raggiungimento degli obbiettivi dell’Accordo di Parigi e ridefinire i limiti massimi di emissione da parte dei paesi membri.

Inoltre, quest’anno il governo ha proposto come temi di discussione per la conferenza planetaria la protezione degli oceani e dell’Antartide, l’importanza della mobilità a energia elettrica, il potenziamento dell’economia circolare e la protezione degli ecosistemi, dei boschi e della biodiversità.

È importante ricordare che il Cile è soggetto a 7 delle 9 condizioni di vulnerabilità causate dai cambiamenti climatici, il che lo rende un paese estremamente delicato in tema di natura e risorse ambientali.

Alte cariche governative hanno parlato di questo evento come una tappa storica nella battaglia contro i cambiamenti climatici globali e sarà l’evento internazionale più grande organizzato dal Cile dai tempi dei mondiali di calcio del 1962.

2-13 dicembre